09 Ott

Fake news di cui si biascica a naso

Di seguito, ho riportato le precisazioni dell’associazione Gran Sasso Anno Zero in relazione all’articolo pubblicato ieri, aggiungo peraltro che El Cap, non è una società ma un’associazione, così come specificato da Agostino Cittadini.

Tuttavia mi soffermerò, ed anzi ci tornerò, sulle presunte fake news di cui qualcuno ha cincischiato qua e là sperando, io, di trovare ulteriori chiarimenti.

Non c’è nessun atto pubblico che attesti che il Festival della Montagna sia una proposta di Gran Sasso Anno Zero. 

Nell’ottobre 2014 abbiamo organizzato, assieme al Comune dell’Aquila, la prima edizione del Festival della Montagna, con lo slogan “La montagna va in città”, scrivono sul loro sito gli amici, e non lo scrivo con ironia, dell’associazione Gran Sasso Anno Zero.

Quando hanno avuto l’incarico?

Dalle carte che ho, che poi peraltro leggo, c’è una delibera di Giunta, la Giunta Cialente, la n.366 del 4 settembre 2014 che ha per oggetto “Verso l’Expo 2015 – Gran Sasso: Una Montagna di opportunità”, in cui la Giunta ritiene di organizzare per i giorni 3,4 e 5 ottobre 2014 il 1° Festival della Montagna a cadenza annuale con l’obiettivo di aprire una finestra sulla montagna e sulle potenzialità che essa riveste per il rilancio turistico del territorio.

L’iniziativa viene qualificata come grande evento per L’Aquila e a detti scopi è stato elaborato l’allegato progetto che l’amministrazione intende realizzare in previsione dell’Expo 2015. Per l’organizzazione dell’evento può prendersi a modello quello in essere per la Perdonanza  con la costituzione di un Comitato dedicato e annualmente designato dal Sindaco per promuovere tutte le azioni utili ad allestire il programma del Festival della Montagna per l’anno 2014, da svolgersi nel periodo 3,4 e 5 ottobre 2014.

In allegato alla delibera c’è un progetto intitolato Expo 2015 Gran Sasso: una montagna di opportunità. Milano 2015, ma non è scritto da nessuna parte che il progetto è un’idea di Gran Sasso Anno Zero, non c’è alcun riferimento in merito. Mi sarà sfuggito?

L’amministrazione pubblica ha istituito il Festival della Montagna che è, agli atti, che di solito leggo, un contenitore assolutamente pubblico.

Nei prossimo giorni, io, che vivo di dubbi e di carte, che di solito leggo, cercherò di trovare qualche nesso che porta alcuni associati nel Comitato organizzatore del Festival della Montagna, come sono stati suddivisi i contributi, a quali associazioni fanno capo, e poi, essendo un contenitore pubblico, stando sempre agli atti pubblici, che in genere leggo, a chi appartiene il dominio festivaldellamontagnalaquila.it, che non mi pare sia nella gestione dell’amministrazione comunale, né del Comitato, sua diretta emanazione, e francamente non ne comprendo le ragioni.