30 Nov

Gran Sasso, Gisonni pensa ai progetti

Il deputato teramano dei 5Stelle, Fabio Berardini, ha incontrato il commissario per l’emergenza del Gran Sasso, Corrado Gisonni, per un primo confronto sull’avvio della struttura commissariale in attesa del decreto di nomina attualmente in registrazione alla Corte dei Conti, riporta questa mattina il quotidiano Il Centro.

Il professor Gisonni si è mostrato determinato, spiega il parlamentare, ad avviare il prima possibile la struttura per iniziare a lavorare immediatamente suoi progetti di messa in sicurezza. Si è convenuto altresì, non appena sarà operativa la squadra, di istituire un sito web per la completa trasparenza riguardo le azioni poste in campo dal commissario.

Corrado Gisonni

Il ministro Danilo Toninelli, individuò l’estate scorsa, nell’ingegner Corrado Gisonni il nome, d’intesa col Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, da proporre a Palazzo Chigi, per ricoprire il ruolo di commissario straordinario per il rischio idrico del Gran Sasso.

La figura era stata prevista nel decreto Sblocca Cantieri, per sovraintendere alla realizzazione degli interventi strutturali per la messa in sicurezza del sistema idrico del Gran Sasso.

La legge prevede espressamente che il commissario, nominato con Dpcm, possa assumere funzioni di stazione appaltante.

Corrado Gisonni è ingegnere, professore ordinario di costruzioni idrauliche e vice direttore del dipartimento di Ingegneria della seconda Università di Napoli, e dal 2016 presidente della Divisione Europea della International Association of Hydraulic Engineering and Research.