13 Giu

I Cantieri dell’Immaginario, dal 6 luglio

L’edizione 2019 dei Cantieri dell’Immaginario è stata illustrata questa mattina nel corso di una conferenza stampa dal sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, dal direttore artistico della manifestazione, Leonardo De Amicis, e da Leonardo Bizzarri, componente del cda del Teatro stabile d’Abruzzo, l’ente coordinatore della rassegna per la cui realizzazione hanno collaborato numerose associazioni e istituzioni culturali cittadine.

Ventisette appuntamenti a partire dal 6 luglio prossimo fino al primo agosto.

L’apertura è affidata al direttore artistico del Tsa, Simone Cristicchi, che sul palcoscenico di fronte l’Emiciclo, si esibirà con il concerto Abbi cura di me, il 6 luglio alle 21.30, mentre la chiusura, nella stessa location, il 1° agosto con Goran Bregovic e la sua Funeral&Wedding Orchestra.

Nel cartellone degli eventi Claudia Gerini con lo spettacolo Qualche estate fa, dedicato a Franco Califano; Roberto Giacobbo con il Don Giovanni, Flavio Insinna con Mani nude e spilli al cuore, Gabriele Cirilli con Mi piace ed ancora Vittorio Sgarbi ed i jazzisti Richard Galliano ed Uri Caine.

Gran parte degli eventi avrà luogo sul palco allestito all’Emiciclo alla Villa comunale, ma anche al Ridotto del Teatro comunale, al cortile di Palazzo Ciolina, al Palazzetto dei Nobili, al convento di San Giuliano e nelle chiese di San Silvestro e Santa Maria del Suffragio.

Musica, danza, teatro e performance per i bambini il martedì: è un cartellone ricco quello predisposto grazie a una grande collaborazione messa in campo da tutti i protagonisti del mondo culturale aquilano che sono stati coordinati dal Tsa, ha spiegato il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, che ha mantenuto la delega alla Cultura.

Pierluigi Biondi

Un pacchetto di proposte molto interessanti, in grado di creare un filo conduttore unico per gli appuntamenti dell’estate aquilana. Ogni sera con i Cantieri, il Cinema sotto le stelle, Aspettando la Perdonanza, la Perdonanza stessa e maratona jazz, avranno a disposizione un evento, una performance, una proiezione per poter uscire di casa e passare un momento all’insegna dell’arte e dell’intrattenimento di qualità.

Ringrazio quanti hanno contribuito al cartellone: il direttore De Amicis, tutti gli enti e le istituzioni culturali e il presidente del Consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, che ha sostenuto il progetto e messo a disposizione della città gli spazi dell’Emiciclo per lo svolgimento degli appuntamenti che animeranno anche chiese, cortili e palazzi restituiti alla comunità a seguito dei lavori di ricostruzione, ha concluso Biondi.

L’edizione 2019 de I Cantieri dell’Immaginario vuole essere uno stimolo verso la cooperazione tra le attività artistiche dell’Aquila con lo scopo di valorizzare la cultura del nostro territorio.

Leonardo De Amicis

La trasversalità delle forme artistiche e dei linguaggi presenti nella programmazione 2019 sono frutto di un’ideazione in cui sinergia e condivisione si manifestano nell’incontro del pubblico con i luoghi ritrovati. I Cantieri dell’immaginario sono il contenitore di un’idea simbolica dell’individualità, dei rapporti sociali e dell’interazione del pensiero del singolo con il pensiero collettivo. Le Istituzioni porgono le loro idee per un componimento corale, in cui lo spartito è tracciato da un accordo di tante identità, modalità di lavoro, scelte di strumenti ed esperienze di intenzionalità, ha dichiarato il direttore artistico dei Cantieri dell’Immaginario, Leonardo De Amicis.

Un cartellone di grande spessore e qualitativamente in grado di soddisfare le esigenze e i gusti di tutti, per Leonardo Bizzarri del cda del Tsa. Frutto del coinvolgimento dei protagonisti del panorama culturale cittadino, dalle istituzioni alle associazioni di base.

Seguirà, dal 2 agosto, Cinema sotto le stelle, quindi Aspettando la Perdonanza, per poi chiudere il cartellone estivo con la Maratona jazz il 31 agosto ed il 1° settembre prossimi.