09 Gen

M5S, Sara Marcozzi presenta le liste

Sara Marcozzi, candidata presidente per la Regione Abruzzo del M5S, questa mattina ha presentato i candidati nel comitato elettorale di Pescara. Dai 25 anni ai 60 anni, si legge in una nota stampa, tra loro avvocati, geologi, insegnanti, ingegneri, agronomi ma anche specialisti di marketing ed impresa, dirigenti commerciali e  cittadini impegnati nel mondo dell’associazionismo in ambito sportivo e sociale e poi due dei cinque consiglieri regionali della scorsa legislatura Pietro Smargiassi di Vasto e Domenico Pettinari di Pescara.
La Lega in Abruzzo ha scelto Forza Italia, ha scelto di stare con Berlusconi, ha scelto un candidato presidente non abruzzese, un console romano che probabilmente pensa di governare l’Abruzzo come se si trattasse di una provincia periferica di Roma. Non funziona così. Il centro sinistra ha scelto un candidato del partito democratico, eletto due volte senatore con il partito democratico, nominato due volte sottosegretario con il partito democratico, nominato al Csm grazie al partito democratico. Entrambi i candidati, del centro destra e centro sinistra, nascondono i loro simboli, forse si vergognano di ricordare agli abruzzesi che sono proprio loro gli stessi che hanno distrutto il Paese, che hanno distrutto l’Abruzzo, che hanno depotenziato la sanità pubblica nella nostra Regione, che hanno lasciato le strade in uno stato di abbandono, soprattutto nelle aree interne, che hanno creato una rete clientelare per cui o sei dentro e chiedi favori o sei fuori e ti vengono negati i tuoi diritti, ha detto la Marcozzi.
Entrambi i candidati presidente di centro destra e centro sinistra, prosegue, si presentano con coalizioni di liste che presentano più candidati che elettori. Un abuso della democrazia scientificamente affinato per rastrellare quanti più voti possibile città per città, quartiere per quartiere, condominio per condominio. Candidano quante più persone possibile fornendo loro l’illusione dell’elezione, forse la promessa di un favore o di un incarico, che sanno già che non potranno mai mantenere. Perché ad essere eletti saranno sempre gli stessi, quelli che hanno tenuto sotto ricatto la regione, e perché le risorse per i tanti favori non ci sono più.
Il programma sarà presentato nei prossimi giorni, oggi la squadra di donne e uomini liberi dal clientelismo, liberi dai partiti, liberi dai ricatti, liberi dalle lobby, liberi dai grandi imprenditori e portatori di interesse che finanziano le campagne elettorali di cdx e csx. Una squadra di uomini e donne che al governo di questa regione non faranno favori agli amici ma ripristineranno i diritti, fino ad ogni negati, a tutti cittadini.
Il governo regionale del M5S realizzerà un piano Marshall per rilanciare lavoro, sanità, manutenzione delle strade, cura delle aree interne, taglio di sprechi e privilegi della politica e una grande ambizione: rilanciare concretamente il turismo nella nostra Regione, ha concluso.

 

I candidati:

Provincia di Chieti

Andrea Di Ciano, Cinzia D’Eramo, Silverio Mazzocchetti, Nicola Monachetti, Pietro Smargiassi, Sara Stenta e Francesco Taglieri.

Provincia dell’Aquila

Michele Baliva, Angelo Bisegna, Antonina Cofini, Giuseppe Walter Delle Coste, Antonella Di Passio, Giorgio Fedele, Adele Paponetti.

Provincia di Teramo

Marco Cipolletti, Giampiero Di Camillo, Mauro Di Criscenzo, Gabriella Italiani, Virginia Meloni, Giacinto Palmarini, Margherita Trifoni.

Provincia di Pescara

Raffaella Di Giovanni, Massimo Di Renzo, Federica Fedele, Francesco Nuvolari, Domenico Pettinari, Gianni Smarrelli, Barbara Stella.