05 Feb

Aquila ovest, anello tra le statali 80 e 17

Una bretella di collegamento tra la statale 80 e la statale 17, un parcheggio a servizio dei pendolari e delle vicine fermate degli autobus extraurbani, l’ampliamento della rotatoria prossima alla caserma Campomizzi e interventi di riqualificazione complessiva.

Inizieranno a breve, per terminare nell’arco di sei mesi e concludersi  entro il 2020, i lavori di completamento della viabilità all’altezza del casello autostradale L’Aquila Ovest.

Cambierà completamente il sistema del traffico locale, hanno spiegato nel corso di una conferenza stampa il sindaco Biondi con l’assessore Mannetti, con senso unico sulla statale 80 verso il casello e la caserma Campomizzi.

Viceversa, la strada statale 17 sarà percorribile solo verso il centro cittadino a salire, dall’uscita del casello fino alla rotatoria prossima alla caserma Pasquali. 

Una bretella collegherà le statali all’altezza del casello.

Saranno inoltre realizzati un parcheggio a servizio dei pendolari, sulla statale 17, ed uno per la sosta degli autobus sulla statale 80, e sistemate, in un’ottica di maggiore fruibilità e sicurezza, le fermate degli autobus extraurbani poste sulle due arterie.

Previsto anche l’ampliamento della rotatoria, grazie ad un accordo raggiunto con il demanio sarà, infatti, possibile eliminare le criticità che determinano attualmente un congestionamento del traffico, soprattutto negli orari di punta, con gravi disagi per gli automobilisti e ripercussioni su tutto il sistema della mobilità limitrofa.

La società Barattelli ha concesso, in comodato gratuito, l’area prospiciente la fermata Tua posta sulla statale 17, sulla quale la stessa società realizzerà un parcheggio da 70 posti auto, fruibile liberamente durante tutto il giorno e chiuso solo nelle ore notturne.

L’importo degli interventi relativi alla viabilità ammonta a circa 1 milione di euro, mentre per la sistemazione dell’area sosta prossima alla Campomizzi, sulla statale 80, il costo delle opere è di 150mila euro. Gli interventi saranno eseguiti soprattutto durante il periodo estivo, coincidente con la chiusura delle scuole, in modo da limitare i disagi.